Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14725 del 13/06/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 13/06/2017, (ud. 04/05/2017, dep.13/06/2017),  n. 14725

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Ettore – Presidente –

Dott. MANZON Enrico – rel. Consigliere –

Dott. NAPOLITANO Lucio – Consigliere –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

Dott. SOLAINI Luca – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 15276-2016 proposto da:

EQUITALIA SUD S.P.A., – C.F. e P.I. (OMISSIS), in persona del

Responsabile del Contenzioso Esattoriale Regione Campania di

Equitalia Sud S.p.A., elettivamente domiciliata in ROMA, PIAZZA

CAVOUR presso la CORTE DI CASSAZIONE, rappresentata e difesa

dall’avvocato GENNARO DI MAGGIO;

– ricorrente –

contro

D.R.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 11438/23/2015 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE di NAPOLI, depositata il 16/12/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 04/05/2017 dal Consigliere Dott. ENRICO MANZON.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Rilevato che non risulta chiaro e quindi certo se la Commissione tributaria provinciale di Napoli abbia pronunciato su tutti i crediti per i quali si è emessa la misura cautelare oggetto della lite ovvero soltanto su quelli tributari, come afferma la Commissione tributaria regionale della Campania, che così delimita l’oggetto della sua cognizione di appello;

ritenuto pertanto necessaria l’acquisizione del fascicolo dei gradi di merito onde effettuare la necessaria verifica di tale circostanza.

PQM

 

La Corte dispone l’acquisizione del fascicolo dei gradi di merito e rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 4 maggio 2017.

Depositato in Cancelleria il 13 giugno 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA