Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14616 del 17/06/2010

Cassazione civile sez. un., 17/06/2010, (ud. 25/05/2010, dep. 17/06/2010), n.14616

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CARBONE Vincenzo – Primo Presidente –

Dott. PREDEN Roberto – Presidente di sezione –

Dott. ALTIERI Enrico – Presidente di sezione –

Dott. MAZZIOTTI DI CELSO Lucio – Consigliere –

Dott. SEGRETO Antonio – rel. Consigliere –

Dott. PICCININNI Carlo – Consigliere –

Dott. AMOROSO Giovanni – Consigliere –

Dott. DI CERBO Vincenzo – Consigliere –

Dott. D’ALESSANDRO Paolo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 7906-2009 proposto da:

HOSPITAL SERVICE S.R.L. ((OMISSIS)), in proprio e quale mandante

del Raggruppamento costituito con la SERVIZI ITALIA S.P.A., in

persona del legale rappresentante pro-tempore, elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA SESTO RUFO 23, presso lo studio MOSCERINI,

rappresentata e difesa dagli avvocati CLARIZIA ANGELO, DE VIRGILIIS

PAOLA, GIULIANO MILIA, MOSCARINI LUCIO V.;

– ricorrente –

contro

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CHIETI, in persona del Direttore generale

pro-tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA AVEZZANA 51,

presso lo studio dell’avvocato APERIO BELLA LEOPOLDO, rappresentata e

difesa dagli avvocati PAGANI RICCARDO, CURZI CORRADO, per delega a

margine del controricorso;

– controricorrente –

e contro

SERVIZI ITALIA S.P.A., SERVIZI OSPEDALIERI S.P.A.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 3391/2008 del CONSIGLIO DI STATO, depositata

il 08/07/2008;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

25/05/2010 dal Consigliere Dott. ANTONIO SEGRETO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

GAMBARDELLA VINCENZO, che ha concluso per l’inammissibilità del

ricorso.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Vista la rinunzia presentata da Hospital Service s.r.l. al ricorso per cassazione da essa proposto avverso la sentenza del Consiglio di Stato, sez. 5^ n. 3991 del 4.12.2007 e notificata all’Azienda sanitaria locale di Chieti, la Servizi Italia s.p.a. e la Servizi Ospedalieri s.p.a.;

Ritenuto che la stessa è valida ed efficace a norma dell’art. 390 c.p.c. e che, per l’effetto, va dichiarata l’estinzione del giudizio di cassazione;

ritenuto che la ricorrente va condannata al pagamento delle spese a norma dell’art. 391 c.p.c., non avendo controparte aderito alla rinunzia nè ravvisandosi ragioni di compensazione.

PQM

Dichiara estinto il giudizio di cassazione. Condanna la parte ricorrente al pagamento delle spese in favore della parte resistente, liquidate in complessivi Euro 3200,00, di cui Euro 200,00 per spese, oltre spese generali ed accessori di legge.

Così deciso in Roma, il 25 maggio 2010.

Depositato in Cancelleria il 17 giugno 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA