Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14439 del 09/06/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. I, 09/06/2017, (ud. 12/04/2017, dep.09/06/2017),  n. 14439

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMBROSIO Annamaria – Presidente –

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – Consigliere –

Dott. DI MARZIO Mauro – Consigliere –

Dott. FALABELLA Massimo – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 7316/2012 proposto da:

R.G., elettivamente domiciliato in Roma, via Ulpiano, n.

29, presso l’avvocato Morrone Pietro, che la rappresenta e difende,

giusta procura speciale ad litem depositata;

– ricorrente –

contro

Cassa di Risparmio di Savona s.p.a., in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in Roma, via

Ugo De Carolis n. 34 B, presso l’avvocato Cecconi Maurizio, che la

rappresenta e difende unitamente con gli avvocati Villani Giorgio e

Villani Renato, giusta procura a margine del controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 22/2012 della CORTE D’APPELLO di GENOVA,

depositata il 23/02/2012;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

31/01/2017 dal cons. DOLMETTA ALDO ANGELO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale CARDINO

Alberto, che ha concluso per il rinvio a nuovo ruolo.

Fatto

FATTO E DIRITTO

LA CORTE

Considerato che il procedimento definito dalla impugnata sentenza della Corte di Appello di Genova è stato promosso, oltre che da R.G., anche da C.D.;

che non risulta sia stato notificato a C.D. il ricorso per cassazione proposto dalla sola R.G.;

che l’integrazione del contraddittorio risulta necessaria ex art. 331 c.p.c..

PQM

 

ordina l’integrazione del contraddittorio nei confronti di C.D., concedendo termine di 60 giorni dalla comunicazione del presente ordinanza.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della sezione prima civile, il 12 aprile 2017.

Depositato in Cancelleria il 9 giugno 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA