Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14391 del 14/07/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. III, 14/07/2016, (ud. 13/04/2016, dep. 14/07/2016), n.14391

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHIARINI Maria Margherita – Presidente –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – rel. Consigliere –

Dott. D’AMICO Paolo – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 9456/2013 proposto da:

COSTRUZIONI GENERALI SRL IN LIQUIDAZIONE, (OMISSIS), in persona del

loro liquidatore sig. V.S., elettivamente domiciliata

in ROMA, PIAZZA DELLA LIBERIA’ 13, presso lo studio dell’avvocato

AGOSTINO GESSINI, che la rappresenta e difende unitamente

all’avvocato STEFANIA BRAMATI giusta procura a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

CPC COMPAGNIA PROGETTI & COSTRUZIONI SPA, in persona del suo

legale rappresentante p.t. Prof. Arch. D.P.L.,

elettivamente domiciliata in ROMA, V. A. BERTOLONI 41, presso lo

studio dell’avvocato PAOLO CIERI, che la rappresenta e difende

giusta procura in calce al controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 1139/2012 della CORTE D’APPELLO di ROMA,

depositata il 29/02/2012;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

13/04/2016 dal Consigliere Dott. LUIGI ALESSANDRO SCARANO;

udito l’Avvocato AGOSTINO GESSINI;

udito l’Avvocato MICHELE QUARISA per delega;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

RUSSO Rosario Giovanni, che ha concluso per il rigetto del ricorso e

spese compensate, in subordine rimessione alle S.U..

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con sentenza ex art. 281 sexies c.p.c., del 29/2/2012 la Corte d’Appello di Roma ha dichiarato inammissibile il gravame interposto dalla societa’ Costruzioni Generali s.r.l. in relazione alla pronunzia Trib. Roma n. 17596 del 2006, di parziale accoglimento della domanda proposta nei confronti della societa’ C.P.C. – Compagnia Progetti & Costruzioni s.p.a. di risoluzione e restituzioni del contratto di noleggio a freddo di due gru tra le medesime stipulato.

Avverso la suindicata pronunzia del giudice dell’appello societa’ Costruzioni Generali s.r.l. in liq. propone ora ricorso per cassazione, affidato a 2 motivi.

Resiste con controricorso societa’ C.P.C. – Compagnia Progetti & Costruzioni s.p.a..

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Osservato pregiudizialmente che la censura mossa dalla ricorrente all’impugnata sentenza prospetta (anche) la verifica delle conseguenze derivanti dalla notificazione dell’impugnazione (nel caso, dell’atto di appello) effettuata a mezzo posta in caso di mancata produzione dell’avviso di ricevimento;

considerato che e’ pendente avanti alle Sezioni Unite di questa Corte questione (su contrasto in ordine alla considerazione della notificazione del ricorso nel domicilio eletto per il primo grado di giudizio, allorche’ sia stato eletto in appello un nuovo domicilio e presso un diverso difensore, giusta ordinanza interlocutoria di questa Sezione n. 6427 del 2015) in cui viene in emersione la tematica della nullita’ o inesistenza della notificazione;

ritenuta l’opportunita’ di attendere pertanto l’emissione della relativa decisione, al fine di verificarne la rilevanza e decisivita’ ai fini della decisione anche della presente causa, con rinvio della causa a nuovo ruolo.

PQM

La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo, in attesa della sentenza delle Sezioni Unite sulla questione della nullita’ o inesistenza della notificazione, rimessa con ordinanza interlocutoria Cass. n. 6427 del 2015.

Cosi’ deciso in Roma, il 13 aprile 2016.

Depositato in Cancelleria il 14 luglio 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA