Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14178 del 24/05/2021

Cassazione civile sez. VI, 24/05/2021, (ud. 13/04/2021, dep. 24/05/2021), n.14178

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Francesco Maria – Presidente –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

Dott. DELL’UTRI Marco – rel. Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – Consigliere –

Dott. CRICENTI Giuseppe – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 10260-2020 proposto da:

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE di AGRIGENTO, in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, V.LE

DELLE MILIZIE 22, presso lo studio dell’avvocato TURCO IGOR,

rappresentata e difesa dall’avvocato NOTO ANTONINO;

– ricorrente-

contro

S.S., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA VICENZA 26,

presso lo studio dell’avvocato FABIO GIUSEPPE, rappresentato e

difeso dall’avvocato MONASTERO ORAZIO MARIA DOMENICO;

– controricorrente –

contro

FARO COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI SPA IN LCA;

– intimata –

avverso la sentenza n. 95/2020 della CORTE D’APPELLO di PALERMO,

depositata il 22/01/2020;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 13/04/2021 dal Consigliere Relatore Dott. MARCO

DELL’UTRI.

 

Fatto

RILEVATO

Che:

con sentenza resa in data 22/1/2020, la Corte d’appello di Palermo, in accoglimento dell’appello proposto da Santo Scarnà, e in riforma della decisione di primo grado, ha condannato l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento al risarcimento, in favore dello Scarnà, dei danni dallo stesso subiti in conseguenza del comportamento negligente dei sanitari dell’Azienda sanitaria convenuta;

a fondamento della decisione assunta, la corte territoriale – premessa l’irrilevanza della mancata rituale notificazione dell’atto d’appello nei confronti della Faro Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazione s.p.a. (terza chiamata in causa, dall’azienda sanitaria siciliana, a fini di garanzia), trattandosi di un’ipotesi di litisconsorzio non necessario e vertendosi in materia di cause scindibili – ha evidenziato come, sulla base degli elementi istruttori complessivamente acquisiti, fosse emersa l’effettiva riconducibilità, alla negligenza degli operatori sanitari dell’azienda provinciale agrigentina, dei danni alla persona sofferti dallo Scarnà, con la conseguente fondatezza della domanda risarcitoria proposta da quest’ultimo;

avverso la sentenza d’appello, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento propone ricorso per cassazione sulla base di due motivi d’impugnazione, illustrati da successiva memoria;

S.S. resiste con controricorso, cui ha fatto seguito il deposito di ulteriore memoria;

nessun altro intimato ha svolto difese in questa sede;

a seguito della fissazione della camera di consiglio, la causa è stata trattenuta in decisione sulla proposta di definizione del relatore emessa ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c..

Diritto

CONSIDERATA

l’opportunità che, ai sensi dell’art. 375 c.p.c., la causa sia rinviata a nuovo ruolo, affinchè ne sia fissata la discussione in pubblica udienza.

PQM

Rinvia la causa a nuovo ruolo per la fissazione della relativa discussione in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della Sesta Sezione Civile – 3, della Corte Suprema di Cassazione, il 13 aprile 2021.

Depositato in Cancelleria il 24 maggio 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA