Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 14160 del 11/07/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. III, 11/07/2016, (ud. 15/04/2016, dep. 11/07/2016), n.14160

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMBROSIO Annamaria – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. OLIVIERI Stefano – Consigliere –

Dott. CARLUCCIO Giuseppa – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 17707/2013 proposto da:

TRENORD SRL, in persona dell’amministratore delegato e legale

rappresentante ing. L.L., TRENITALIA SPA, in persona

dell’institore avv. S.E., elettivamente domiciliate

in ROMA, VIA B. ORIANI 32, presso lo studio dell’avvocato ROSSELLA

CERVINI, rappresentate e difese dall’avvocato MARISA OLGA MERONI

giusta procura a margine del ricorso;

– ricorrenti –

contro

C.S.A., + ALTRI OMESSI

elettivamente domiciliati in ROMA,

C.SO D’ITALIA 102, presso lo studio dell’avvocato GIOVANNI PASQUALE

MOSCA, che li rappresenta e difende unitamente all’avvocato

PIERLUIGI PIROMALLI giusta procura in calce al controricorso;

– controricorrenti –

e contro

P.J.C.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 847/2013 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 20/02/2013;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

15/04/2016 dal Consigliere Dott. MARCO ROSSETTI;

udito l’Avvocato ACHILLE BORRELLI per delega;

udito l’Avvocato GIOVANNI PASQUALE MOSCA;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CELESTE Alberto, che ha concluso per il rinvio a N.R. in attesa della

decisione delle S.U. in subordine per il rigetto del ricorso.

La Corte osserva:

Fatto

FATTO E DIRITTO

– visto il ricorso proposto da Trenitalia s.p.a. e Trenord nei confronti di B.B. ed altri;

– rilevato che uno dei motivi del ricorso è incentrato sulla applicabilità dell’art. 50 c.p.c., al giudizio di appello;

– rilevato che su tale questione esiste contrasto, rimesso alle SSUU da Sez. 2, Ordinanza interlocutoria n. 24856 del 2015, e fissato a giugno 2016;

– ritenuto che appare pertanto opportuno attendere che sulla suddetta questione si pronuncino le Sezioni Unite di questa Corte.

PQM

rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 15 aprile 2016.

Depositato in Cancelleria il 11 luglio 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA