Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1404 del 22/01/2020

Cassazione civile sez. VI, 22/01/2020, (ud. 22/11/2019, dep. 22/01/2020), n.1404

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LOMBARDO Luigi Giovanni – Presidente –

Dott. COSENTINO Antonello – rel. Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – Consigliere –

Dott. FALASCHI Milena – Consigliere –

Dott. ABETE Luigi – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 31508-2018 proposto da:

E.L., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA SILVESTRO II

21, presso lo studio dell’avvocato TORTORA PAOLA, rappresentato e

difeso da se medesimo;

– ricorrente –

contro

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, in persona del Ministro pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso

l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che lo rappresenta e difende ope

legis;

– resistente –

avverso il decreto della CORTE D’APPELLO di ROMA, depositato il

21/03/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 22/11/2019 dal Consigliere Relatore Dott. COSENTINO

ANTONELLO.

Fatto

RILEVATO

che l’avvocato E.L. ha impugnato il decreto col quale la corte d’appello di Roma – pronunciandosi sulla domanda di equa riparazione proposta da lui e dalla sig.ra F.G. per la non ragionevole durata di un giudizio civile – ha accolto la domanda della sig.ra F. (difesa in giudizio dallo stesso avvocato E.), omettendo di pronunciarsi sulla domanda di quest’ultimo (che si difendeva in giudizio personalmente);

che con i due mezzi di ricorso (il paragrafo n. 3 del ricorso non contiene censure avverso la sentenza gravata, ma si limita a sollecitare l’adozione di una decisione nel merito ex art. 384 c.p.c., comma 2) l’avvocato E. denuncia la violazione dell’art. 112 c.p.c. (con riferimento, rispettivamente, all’art. 360 c.p.c., nn. 3 e 4) in cui la corte territoriale è incorsa omettendo di pronunciarsi sulla domanda di equa riparazione da lui proposta;

che il Ministero della Giustizia si è costituito con comparsa, ai soli fini della eventuale partecipazione all’udienza di discussione;

che la causa è stata chiamata all’adunanza di camera di consiglio del 22 novembre 2019, per la quale il ricorrente ha depositato una memoria;

che il ricorso è fondato, perchè il ricorrente ha proposto domanda di equa riparazione, come il Collegio ha rilevato dal diretto esame del ricorso introduttivo, e su tale domanda la corte territoriale ha totalmente omesso di pronunciarsi,

menzionando l’avvocato E., nell’impugnata sentenza, solo come difensore della sig.ra F.; che pertanto il ricorso va accolto;

che l’istanza del ricorrente di pronuncia nel merito ex art. 380 c.p.c., comma 2, non può trovare accoglimento, giacchè tale pronuncia postulerebbe accertamenti di fatto – sulla partecipazione dell’avvocato E. al giudizio presupposto e sul paterna d’animo al medesimo derivato dalla durata di tale giudizio – che non possono essere svolti in questa sede;

che quindi la sentenza gravata va cassata con rinvio alla corte di appello di Roma, in diversa composizione, perchè si pronunci sulla domanda giudiziale del ricorrente e regoli anche le spese del presente giudizio.

P.Q.M.

La Corte accoglie il ricorso, cassa il decreto impugnato per quanto di ragione e rinvia alla corte di appello di Roma, in diversa composizione, anche per la regolazione delle spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, il 22 novembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 22 gennaio 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA