Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13955 del 07/07/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. VI, 07/07/2016, (ud. 18/01/2016, dep. 07/07/2016), n.13955

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DOGLIOTTI Massimo – Presidente –

Dott. RAGONESI Vittorio – rel. Consigliere –

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – Consigliere –

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere –

Dott. BISOGNI Giacinto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

Sul ricorso 15936-2014 proposto da:

FALLIMENTO VINYLS ITALIA SPA, in persona del Curatore,

elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA DI PRISCILLA 4, presso lo

studio dell’avvocato STEFANO COEN, che lo rappresenta e difende

unitamente all’avvocato DIEGO MANENTE giusta procura in calce al

ricorso;

– ricorrente –

VERSAIAS SPA, in persona del suo amministratore delegato,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DONATELLO 75, presso lo

studio dell’avvocato ANDREA BARENGHI, che la rappresenta e difende

unitamente all’avvocato FRANCESCA LUCHI giusta procura in calce al

controricorso e ricorso incidentale;

– controricorrente e ricorrente incidentale-

contro

FALLIMENTO VINYLS ITALIA SPA, in persona del Curatore,

elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA DI PRISCILLA 4, presso lo

studio dell’avvocato STEFANO COEN, che lo rappresenta e difende

unitamente all’avvocato DIEGO MANENTE giusta procura in calce al

controricorso;

– controricorso –

avverso il decreto n. 8401/2012 R.G. del TRIBUNALE di VENEZIA del

27/03/2014, depositato l’08/05/2014;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

18/01/2016 dal Consigliere Relatore Dott. VITTORIO RAGONESI.

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte rilevato:

che la Versalis spa conveniva in giudizio innanzi al tribunale di Venezia la Vinyls spa per la riforma dello stato passivo della predetta società ove il proprio credito era stato ammesso in chirografo per euro 14.566.784,35 con esclusione della prededuzione;

che il tribunale accoglieva parzialmente l’opposizione ed ammetteva in prededuzione la somma di Euro 15.283.461,12;

che avverso detto provvedimento il fallimento Vinyls spa ha proposto ricorso per cassazione n. 15936/14 sulla base di quattro motivi; che la Versalis ha resistito con controricorso ed ha proposto ricorso incidentale;

che il fallimento ha depositato in cancelleria atto di rinuncia agli atti del giudizio notificato alla contro ricorrente;

che il ricorso incidentale appare infondato poichè il credito fatto valere in sede di insinuazione tardiva costituisce una parte del credito di Euro 15.283.461,12 già ammesso al passivo e quindi si fonda sulla medesima causa petendi;

che pertanto il giudizio proposto dal fallimento Vinyls italia spa va dichiarato estinto mentre va rigettato il ricorso incidentale della Versalis spa;

che sussistono i requisiti per la compensazione delle spese.

PQM

Dichiara estinto per rinuncia il giudizio proposto dalla Vinyls Italia spa; rigetta il ricorso incidentale della Versalis spa;

compensa le spese di giudizio.

Così deciso in Roma, il 18 gennaio 2016.

Depositato in Cancelleria il 7 luglio 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA