Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13925 del 09/06/2010

Cassazione civile sez. trib., 09/06/2010, (ud. 13/05/2010, dep. 09/06/2010), n.13925

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CAPPABIANCA Aurelio – rel. Presidente –

Dott. DI IASI Camilla – Consigliere –

Dott. GIACALONE Giovanni – Consigliere –

Dott. DI BLASI Antonino – Consigliere –

Dott. VIRGILIO Biagio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del direttore pro tempore,

elettivamente domiciliata in Roma, Via dei Portoghesi n. 12, presso

l’Avvocatura Generale dello Stato, che la rappresenta e difende;

– ricorrente –

contro

B.S., quale erede di B.M.;

– intimato –

per la cassazione della sentenza della Commissione Tributaria

Regionale della Lombardia, sez. 64, n. 109, depositata il 15.10.2008.

Letta la relazione scritta redatta dal Consigliere relatore Dott.

Aurelio Cappabianca;

constatata la regolarità delle comunicazioni di cui all’art. 380 bis

c.p.c., comma 3.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Premesso:

che il dante causa dell’intimato, avvocato, propose istanza di rimborso dell’Irap pagata per gli anni dal 1998 al 2001, assumendo di svolgere la propria attività professionale con l’ausilio di un solo dipendente e con l’utilizzo di beni strumentali di modico valore;

propose, quindi, ricorso sul silenzio-rifiuto conseguentemente formatosi;

– che il ricorso fu accolto dall’adita commissione provinciale, con decisione confermata, in esito all’appello dell’Agenzia, dalla commissione regionale;

– che il giudice di appello, in particolare, negò la ricorrenza dei “presupposti per la tassazione, pacifico essendo – anche alla stregua di quanto esposto nella dichiarazione dei redditi – che B. M. svolgeva l’attività di avvocato in via diretta ed esclusiva, con l’impiego di capitali e lavoro altrui di modesta entità”;

rilevato:

– che, avverso la decisione di appello, l’Agenzia ha proposto ricorso per cassazione in unico motivo, constatata la regolarità delle comunicazioni di cui all’art. 380 bis c.p.c., comma 3;

Premesso:

che il dante causa dell’intimato, avvocato, propose istanza di rimborso dell’Irap pagata per gli anni dal 1998 al 2001, assumendo di svolgere la propria attività professionale con l’ausilio di un solo dipendente e con l’utilizzo di beni strumentali di modico valore;

propose, quindi, ricorso sul silenzio-rifiuto conseguentemente formatosi;

– che il ricorso fu accolto dall’adita commissione provinciale, con decisione confermata, in esito all’appello dell’Agenzia, dalla commissione regionale;

– che il giudice di appello, in particolare, negò la ricorrenza dei “presupposti per la tassazione, pacifico essendo – anche alla stregua di quanto esposto nella dichiarazione dei redditi – che B. M. svolgeva l’attività di avvocato in via diretta ed esclusiva, con l’impiego di capitali e lavoro altrui di modesta entità”;

rilevato:

– che, avverso la decisione di appello, l’Agenzia ha proposto ricorso per cassazione in unico motivo, pregresse incertezze giurisprudenziali, si ravvisano le condizioni per disporre la compensazione delle spese dell’intero giudizio.

P.Q.M.

la Corte: accoglie il ricorso; cassa la sentenza impugnata e, decidendo nel merito, rigetta il ricorso introduttivo del contribuente; compensa le spese dell’intero giudizio.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 13 maggio 2010.

Depositato in Cancelleria il 9 giugno 2010

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA