Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13822 del 09/06/2010

Cassazione civile sez. III, 09/06/2010, (ud. 12/04/2010, dep. 09/06/2010), n.13822

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VARRONE Michele – Presidente –

Dott. FEDERICO Giovanni – Consigliere –

Dott. TALEVI Alberto – Consigliere –

Dott. VIVALDI Roberta – rel. Consigliere –

Dott. AMBROSIO Annamaria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 17985/2006 proposto da:

AZZURRA SRL (OMISSIS) in persona del legale rappresentante pro

tempore Sig. A.G., elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA PIEMONTE 39, presso lo studio dell’avvocato MORETTI Marco, che la

rappresenta e difende giusta delega a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

F.M. (OMISSIS), F.E.

(OMISSIS), F.P. (OMISSIS);

– intimati –

sul ricorso 20385/2006 proposto da:

F.M., F.E., F.P.,

elettivamente domiciliati in ROMA, PIAZZA G MAZZINI 27, presso lo

studio dell’avvocato DI GIOIA GIOVANNI, rappresentati e difesi

dall’avvocato FALCO ANDREA giusta delega a margine del controricorso

e ricorso incidentale;

– ricorrenti –

contro

AZZURRA SRL in persona del legale rappresentante pro tempore Sig.

A.G., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA PIEMONTE

39, presso lo studio dell’avvocato MORETTI MARCO, che la rappresenta

e difende giusta delega a margine del ricorso principale;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 77/2006 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

Sezione Seconda Civile, emessa il 7/12/2005, depositata il

31/01/2006, R.G.N. 1015/2005;

udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

12/04/2010 dal Consigliere Dott. ROBERTA VIVALDI;

udito il P.M., in persona dell’Avvocato Generale Dott. FEDELI

Massimo, che ha concluso per la estinzione per rinuncia.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

La ricorrente principale Azzurra srl ed i ricorrenti incidentali F.M. ed E. e F.P., con atti entrambi depositati il 7.4.2010, hanno dichiarato di rinunciare ai ricorsi – principale (R.G. 17985/2006) ed incidentale (R.G. 20385/2006) – dagli stessi proposti avverso la sentenza della Corte d’Appello di Brescia in data 31.1.2006.

Gli atti di rinuncia sono regolari e sono stati accettati dalle controparti.

I ricorsi vanno riuniti ai sensi dell’art. 335 c.p.c..

Va, quindi, dichiarato estinto il giudizio di cassazione, senza che debba provvedersi alle spese del grado.

P.Q.M.

La Corte riunisce i ricorsi e dichiara estinto per rinuncia il giudizio di cassazione. Nulla spese.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Terza Civile della Corte di Cassazione, il 12 aprile 2010.

Depositato in Cancelleria il 9 giugno 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA