Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1372 del 19/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 1372 Anno 2018
Presidente: MANNA FELICE
Relatore: CORRENTI VINCENZO

ORDINANZA
sul ricorso iscritto al n. 7378-2017 R.G. proposto da:
TOSI DIEGO, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA
SARDEGNA 29, presso lo studio dell’avvocato CHIARA PACIFICI,
che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato DIEGO TOSI;

– ricorrenti contro
PETRAL11 GAETANO, DONADEI ANNA ROSALBA;

– intimati per regolamento di competenza avverso l’ordinanza del TRIBUNALE
di TORINO, depositata il 22/02/2017;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 23/11/2017 dal Consigliere Dott. VINCENZO)
CORRENTI;

Data pubblicazione: 19/01/2018

lette le conclusioni scritte del Pubblico Ministero, in persona del
Sostituto Procuratore Generale MARIO FRESA, che, visto l’art. 380
ter c.p.c., chiede che la Corte di Cassazione, in camera di consiglio,

rigetti il ricorso, con le conseguenza di legge.

Ric. 2017 n. 07378 sez. M2 – ud. 23-11-2017
-2-

FATTO E DIRITTO
L’avv. Diego Tosi propone regolamento di competenza, illustrato
da memoria, contro Petralia Gaetano e Donadei Rosalba, che non
svolgono difese, avverso l’ordinanza del Tribunale di Torino che ha

e quello 30503/2016 e chiede che sia dichiarata la competenza del
Tribunale di Torino relativamente alla richiesta di compensi
limitatamente al giudizio di primo grado conclusosi con sentenza
569/2007.
Il PG Fresa ha chiesto il rigetto del ricorso perché lo stesso
ricorrente, a pagina 18, ammette che il decreto ingiuntivo
495/2010 è stato richiesto ed ottenuto per entrambi i giudizi e la
successiva affermazione che l’opposizione riguarda solo il secondo
grado non vale ad escludere l’identità di causa essendo comune la
coincidenza delle parti e la causa petendi e solo apparente una
differenza di petitum, con richiami giurisprudenziali.
Il Collegio condivide la richiesta ravvisandosi litispendenza anche
nel caso in cui una delle cause abbia ad oggetto più domande una
sola delle quali identica a quella avanzata nell’altro procedimento (
Cass. Ord. 5.8.2015 n. 16454, Cass. ord. 16.12.2005 n. 27783),
non ostando la pendenza in gradi diversi ( S.U. 12.12.2013 n.
27846, Cass. ord. 2.7.2015 n. 13621).
Donde il rigetto del ricorso.
PER QUESTI MOTIVI

dichiarato la litispendenza tra il giudizio in Cassazione 13703/2015

La Corte rigetta il ricorso , dando atto dell’esistenza dei
presupposti ex dpr 115/2002 per il versamento dell’ulteriore
contributo unificato.

Il Funzionario Giudiziprio
-5/LARIC3

DEPOSITATO IN C; Atmer.’1_ F7U:

Roma,

1

nie

Roma 23 novembre 2017.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA