Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13507 del 20/06/2011

Cassazione civile sez. VI, 20/06/2011, (ud. 31/03/2011, dep. 20/06/2011), n.13507

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LUCCIOLI Maria Gabriella – Presidente –

Dott. FELICETTI Francesco – Consigliere –

Dott. CECCHERINI Aldo – Consigliere –

Dott. PICCININNI Carlo – Consigliere –

Dott. DOGLIOTTI Massimo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 18518-2010 proposto da:

G.N.R. ((OMISSIS)) elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA COLA DI RIENZO 285, presso lo studio

dell’avvocato NOCIFORA GIOVANNA, rappresentata e difesa dall’avvocato

PRINCIOTTA SALVATORE, giusta mandato in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

GU.CE. ((OMISSIS)) elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA BELSIANA 71, presso lo studio dell’avvocato NERI ADRIANA,

rappresentata e difesa dall’avvocato BRANCATELLI ANTONINO, giusta

mandato a margine del controricorso;

– controricorrente –

e contro

PROCURATORE GENERALE PRESSO LA CORTE D’APPELLO DI MESSINA (SEZIONE

MINORENNI);

– intimato –

avverso la sentenza n. 2/2010 della CORTE D’APPELLO di MESSINA del

21/01/2010, depositata il 05/02/2010;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

31/03/2011 dal Consigliere Relatore Dott. DOGLIOTTI Massimo;

è presente il P.G. in persona del Dott. RUSSO Rosario Giovanni.

Fatto

OSSERVA

Il Tribunale per i Minorenni di Messina con sentenza 5 febbraio 2008 ha dichiarato l’adottabilità del minore D.C.J.E..

La Corte di Appello con sentenza 19 marzo/26 marzo 2010 ha confermato la pronuncia del primo giudice.

Ricorre per cassazione la nonna materna del minore, G. N.R..

Resiste, con controricorso, il tutore del minore.

Il collegio aderisce, in sostanza, alle indicazioni della relazione in atti che ha concluso per l’inammissibilità.

La ricorrente ha depositato memoria difensiva.

La sentenza della Corte di merito è stata notificata il 7.5.2010 a cura dell’Avv. Gu. tutrice del minore; il ricorso per cassazione (che, ai sensi della L. n. 184, art. 17, novellato, va proposto entro 30 giorni) è stato notificato in data 5-6/7/2010. A nulla rileva l’argomentazione contenuta nella memoria difensiva della ricorrente per cui ad essa era stata notificatola cura della cancelleria solo il dispositivo, e dunque il termine di 30 gg. non poteva decorrere dalla notifica di esso. Anche in tale ipotesi può operare il “termine breve “, nella specie di 30 gg., a seguito di notifica della parte; interessata.

Va pertanto dichiarato inammissibile il ricorso, con condanna della ricorrente alle spese del presente giudizio.

P.Q.M.

La Corte dichiara inammissibile il ricorso; condanna il ricorrente al pagamento delle spese del presente giudizio, che liquida in Euro 1.000,00 per onorari Euro 100,00 per esborsi oltre spese generali ed accessori di legge.

Così deciso in Roma, il 31 marzo 2011.

Depositato in Cancelleria il 20 giugno 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA