Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13380 del 30/06/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. un., 30/06/2016, (ud. 07/06/2016, dep. 30/06/2016), n.13380

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. RORDORF Renato – Primo Presidente f.f. –

Dott. AMOROSO Giovanni Presidente di Se – –

Dott. RAGONESI Vittorio – Consigliere –

Dott. MATERA Lina – Consigliere –

Dott. TRAVAGLINO Giacomo – Consigliere –

Dott. IACOBELLIS Marcello – rel. Consigliere –

Dott. VIRGILIO Biagio – Consigliere –

Dott. TRIA Lucia – Consigliere –

Dott. D’ASCOLA Pasquale – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 8547-2015 per regolamento di giurisdizione proposto

d’ufficio dalla COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI NAPOLI, con

sentenza n. 6043/2015 depositata l’11/03/2015 nella causa tra:

F.R.;

– ricorrente non costituitasi in questa fase –

contro

AGENTE DI RISCOSSIONE NAPOLI EQUITALIA SUD S.P.A.;

– resistente non costituitasi in questa fase –

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

07/06/2016 dal Consigliere Dott. MARCELLO IACOBELLIS;

lette le conclusioni scritte del Sostituto Procuratore Generale Dott.

GIOVANNI GIACALONE, il quale la Corte, a Sezioni Unite, in camera di

dichiari la giurisdizione del giudice all’opposizione agli atti di

riscossione relativi a sanzioni amministrative non chiede che

consiglio, ordinario ordine tributaria tributarie (infrazione al

C.d.S. e in materia previdenziale) oggetto dell’originario ricorso di

F.R..

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Il Tribunale di Torre Annunziata, a seguito di ricorso ex art. 617 c.p.c., proposto da F.R. avverso l’iscrizione di ipoteca su immobile di sua proprietà, con sentenza n. 405/2013, del 18/4/2013, dichiarò il proprio difetto di giurisdizione in favore della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli. Tale giudice, adito in riassunzione dalla F., con sentenza dell’1/12/2014, ha sollevato conflitto dl giurisdizione in relazione ai crediti di natura non tributaria posti a fondamento di alcune cartelle esattoriali oggetto di impugnazione. Assegnata la Causa alle SS.UU., il P.G. ha chiesto dichiararsi la giurisdizione del G.O. in ordine all’opposizione agli atti di riscossione tributaria relativi a sanzioni amministrative non tributarie.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Come affermato dalla sentenza della CTP, l’iscrizione ipotecaria oggetto di impugnazione ha a suo fondamento alcune cartelle di pagamento relative a crediti dl natura non erariale – infrazioni al C.d.S. e contributi previdenziali.

Questa Corte, con orientamento costante (in materia di fermo, ha affermato che la giurisdizione si ripartisce tra giudice ordinario e tributario a seconda della natura del credito azionato con la conseguenza che, qualora l’impugnativa attenga ad una violazione del Codice della Strada, va dichiarata la giurisdizione del giudice ordinario, attesa la natura extratributaria del credito azionato (Cass. 17844/2012; 10147/2012).

Tali principi vanno riaffermati in questa sede anche con riferimento alla iscrizione ipotecaria, stante l’analogo carattere cautelare, in considerazione del quadro normativo afferente la riscossione e l’esecuzione forzata connessa all’irrogazione di sanzioni amministrative concernenti le violazioni al codice della strada (v.

D.Lgs. n. 285 del 1992, art. 205, D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, art. 206, comma 1, L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 27), nonchè per le sanzioni conseguenti l’omesso versamento di contributi previdenziali, l’accertamento della cui debenza appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario (Conf. Sez. U., Sentenza n. 23113 del 12/11/2015).

Va pertanto dichiarata la giurisdizione del giudice ordinario a conoscere della contestazioni in esame rimettendo le parti davanti al Tribunale di Torre Annunziata. Nulla deve disporsi per le spese del presente giudizio non avendo le parti svolto attività difensiva.

PQM

Dichiara la giurisdizione del giudice ordinario relativamente all’opposizione agli atti esecutivi avente ad oggetto le cartelle riguardanti crediti di natura non erariale, rimettendo le parti davanti al Tribunale di Torre Annunziata.

Così deciso in Roma, il 7 giugno 2016.

Depositato in Cancelleria il 30 giugno 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA