Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 13052 del 23/06/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. lav., 23/06/2016, (ud. 17/03/2016, dep. 23/06/2016), n.13052

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. NOBILE Vittorio – Presidente –

Dott. BRONZINI Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. NEGRI DELLA TORRE Paolo – Consigliere –

Dott. BALESTRIERI Federico – Consigliere –

Dott. PATTI Adriano Piergiovanni – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 1149-2011 proposto da:

POSTE ITALIANE S.P.A., C.F. (OMISSIS), in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, V.LE

MAZZINI 134, presso lo studio dell’avvocato LUIGI FIORILLO,

rappresentata e difesa dall’avvocato PAOLO TOSI, giusta delega in

atti;

– ricorrente –

contro

V.D.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 383/2010 della CORTE D’APPELLO di GENOVA,

depositata il 28/06/2010 R.G.N. 969/08;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

17/03/2016 dal Consigliere Dott. GIUSEPPE BRONZINI;

udito l’Avvocato BONFRATE FRANCESCA per delega verbale Avvocato

TOSI PAOLO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

GIACALONE Giovanni, che ha concluso per la cessazione della materia

del contendere.

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La Corte di appello di Genova con sentenza del 9.7.2010 riformava la sentenza di primo grado e dichiarava la nullità del termine apposto al contratto sottoscritto tra le Poste spa e V.D. con seguenti provvedimenti di cui alla sentenza.

Avverso la detta sentenza proponeva ricorso in cassazione le Poste spa con plurimi motivi; la V. rimaneva intimata. Veniva prodotto verbale di conciliazione in sede sindacale tra le parti.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Va dichiarato, la cessazione della materia del contendere avendo le parti conciliato la controversia come da verbale prodotto. Nulla sulle spese essendo la parte intimata rimasta.

PQM

La Corte:

dichiara la cessazione della materia del contendere, Nulla spese.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 17 marzo 2016.

Depositato in Cancelleria il 23 giugno 2016

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA