Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 12905 del 26/06/2020

Cassazione civile sez. III, 26/06/2020, (ud. 29/01/2020, dep. 26/06/2020), n.12905

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCODITTI Enrico – Presidente –

Dott. RUBINO Lina – Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – rel. Consigliere –

Dott. D�ARRIGO Cosimo – Consigliere –

Dott. GIAIME GUIZZI Stefano – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al numero 13837 del ruolo generale dell’anno

2017, proposto da:

COMUNE DI MACERATA (C.F.: (OMISSIS)), in persona del Sindaco, legale

rappresentante pro tempore rappresentato e difeso, giusta procura in

calce al ricorso, dall’avvocato Renzo Tartuferi (C.F.: (OMISSIS));

– ricorrente –

nei confronti di:

C.A.A. (C.F.: (OMISSIS)) rappresentato e difeso,

giusta procura in calce al controricorso, dall’avvocato Leide Polci

(C.F.: (OMISSIS));

G.A. (C.F.: (OMISSIS)) P.F. (C.F.: (OMISSIS))

T.L. (C.F.: (OMISSIS));

S.A. (C.F.: (OMISSIS)), B.M. (C.F.: (OMISSIS)),

B.S. (C.F.: (OMISSIS)), B.F. (C.F.:

(OMISSIS)), eredi di B.A. rappresentati e difesi, giusta

procura in calce al controricorso, dall’avvocato Federica Montecchi

(C.F.: (OMISSIS));

SOC. CATTOLICA DI ASS.NE COOP. A R.L. (P.I. dichiarata: (OMISSIS)),

in persona del rappresentante per procura B.A.

rappresentato e difeso, giusta procura in calce al controricorso,

dall’avvocato Mario Matticoli (C.F.: (OMISSIS));

– controricorrenti –

nonchè

STARLEASING ITALIA S.r.l. (C.F.: non indicato), in persona del

curatore fallimentare nonchè del precedente legale rappresentante

pro tempore, M.D.;

– intimata –

per la cassazione della sentenza della Corte di Appello di Ancona n.

1666/2016, pubblicata in data 29 dicembre 2016 (e notificata in data

25 gennaio 2017);

udita la relazione sulla causa svolta alla camera di consiglio del 29

gennaio 2020 dal Consigliere TATANGELO Augusto.

Fatto

RAGIONI DELLA DECISIONE

E’ stata depositata una nuova istanza di differimento della trattazione del ricorso per la pendenza di trattative di bonario componimento della lite che, in considerazione delle valutazioni tecnico progettuali implicate, richiederebbero un congruo periodo di tempo per essere definite.

Il Presidente titolare della Sezione non ha ritenuto di potere accogliere la suddetta istanza ed ha comunque fissato nuova adunanza camerale, sostanzialmente rimettendone l’esame alla Corte.

La Corte, in considerazione delle peculiarità della vicenda, ritiene di poter accedere alla richiesta, rinviando ulteriormente la trattazione del ricorso a nuovo ruolo, in accoglimento dell’istanza delle parti, per quest’ultima volta, al fine di favorire la definizione stragiudiziale della controversia, nonostante l’esigenza della definizione del procedimento, pendente in sede di legittimità dal 2017, imponga di chiarire sin d’ora che non sarà possibile in nessun caso accedere ad ulteriori analoghe richieste di differimento.

PQM

La Corte:

– rinvia la trattazione del ricorso a nuovo ruolo.

Si dà atto che il presente provvedimento è sottoscritto dal consigliere anziano del collegio, in luogo del presidente, per impedimento di questi, ai sensi del D.P.C.M. 8 marzo 2020, art. 1, comma 1, lett. a), (Decreto del Primo Presidente della Corte suprema di Cassazione n. 40 del 18-19/03/2020).

Così deciso in Roma, il 29 gennaio 2020.

Depositato in Cancelleria il 26 giugno 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA