Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 12705 del 19/05/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 19/05/2017, (ud. 26/04/2017, dep.19/05/2017),  n. 12705

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. IACOBELLIS Marcello – rel. Presidente –

Dott. MOCCI Mauro – Consigliere –

Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere –

Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 1944/2017 proposto da:

C.P., elettivamente domiciliato in ROMA, V. TUSCOLANA 16,

presso lo studio dell’avvocato MARCO CARAVELLA, rappresentato e

difeso da sè medesimo;

– ricorrente –

contro

CONSORZIO GENERALE INFRASTRUTTURE – COGEIN;

– intimato –

avverso l’ordinanza n. 1568/2017 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE,

depositata il 20/01/2017;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 26/04/2017 dal Consigliere Dott. MARCELLO

IACOBELLIS.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Rilevato che l’avv. C.P., quale difensore della Publiservizi s.r.l., ha proposto ricorso per la correzione dell’errore materiale contenuto nell’ordinanza di questa Corte n. 1568/2017 laddove è stata omessa la distrazione delle spese in suo favore nonostante espressa richiesta;

letto l’art. 391 bis c.p.c.;

considerato che l’istanza è fondata;

ritenuto di dover pertanto procedere alla correzione richiesta.

PQM

 

la Corte accoglie il ricorso e dispone la correzione della ordinanza in questione nel senso che: laddove leggesi “condanna il ricorrente alle spese del giudizio di legittimità liquidate in Euro 7.500,00 per compensi ed Euro 200,00, per esborsi, oltre rimb. forf., Iva e cpa come per legge”; debba leggersi ed intendersi:” condanna il ricorrente alle spese del giudizio di legittimità liquidate in Euro 7.500,00 per compensi ed Euro 200,00, per esborsi, oltre rimb. forf., Iva e cpa come per legge, con distrazione in favore dell’avv. C.P. antistatario”.

Così deciso in Roma, il 26 aprile 2017.

Depositato in Cancelleria il 19 maggio 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA