Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 12668 del 24/05/2010

Cassazione civile sez. II, 24/05/2010, (ud. 19/02/2010, dep. 24/05/2010), n.12668

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SETTIMJ Giovanni – Presidente –

Dott. PETITTI Stefano – Consigliere –

Dott. PARZIALE Ippolisto – Consigliere –

Dott. D’ASCOLA Pasquale – rel. Consigliere –

Dott. DE CHIARA Carlo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 26300/2008 proposto da:

F.P., F.M., elettivamente domiciliati in ROMA,

presso la CORTE DI CASSAZIONE, rappresentati e difesi dall’avv.

CURATOLO Fausto, giusta procura in calce al ricorso per regolamento

di competenza;

– ricorrenti –

contro

M.A., F.G.R.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 689/2 008 del GIUDICE DI PACE di CALTANISSETTA

del 5.9.08, depositata il 30/09/2008;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

19/02/2010 dal Consigliere Relatore Dott. PASQUALE D’ASCOLA.

E’ presente il P.G. in persona del Dott. GIAMPAOLO LECCISI.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Il giudice di pace di Caltanissetta con sentenza del 30 settembre 2008 dichiarava la propria incompetenza per materia nella causa proposta da P. e F.M. avverso M.A.G. e F.G.R., avente ad oggetto l’osservanza di distanze legali “riguardo al piantamento di alberi e siepi”. Ha rimesso le parti al tribunale di Caltanissetta.

Gli attori hanno proposto davanti a questa Corte ricorso per regolamento di competenza, notificato il 6 novembre 2008.

Gli intimati non hanno svolto attività difensiva.

Avviata la trattazione con il rito previsto per il procedimento in camera di consiglio, il P.G. ha depositato conclusioni scritte.

Il ricorso è inammissibile sotto più profili. In primo luogo parte ricorrente ha dedotto che la sentenza impugnata è stata comunicata il 13 ottobre 2008; la prova di tale circostanza era indispensabile ai fini della verifica della tempestività del ricorso. Parte ricorrente non ha però provveduto al tempestivo deposito del relativo biglietto di cancelleria. Ne consegue la improcedibilità del ricorso (SU 9004/09).

Inoltre va rilevato che la sentenza non definitiva contenente solo statuizioni sulla competenza, pronunciata dal giudice di pace, non essendo impugnabile con il regolamento di competenza, precluso dal disposto dell’art. 46 cod. proc. civ., non è neppure soggetta all’immediato ricorso per cassazione, potendo proporsi l’impugnazione nei confronti della pronuncia sulla competenza solo insieme all’impugnazione della sentenza definitiva (Cass 10488/06; SU 13027/06; 7742/07). Trattandosi di sentenza resa dopo il 2 marzo 2006, il regolamento non può convertirsi in ordinario ricorso per cassazione, atteso che per effetto del D.Lgs. n. 40 del 2006, il rimedio ordinario avverso tutte le sentenze del giudice di pace è costituito dall’appello.

Il ricorso va pertanto dichiarato inammissibile e la causa dovrà essere riassunta davanti al giudice indicato dalla sentenza impugnata.

Al mancato accoglimento del ricorso non segue la pronuncia sulla refusione delle spese di lite, in mancanza di attività difensiva della parte intimata.

P.Q.M.

La Corte dichiara inammissibile il ricorso. Rimette le parti al tribunale di Caltanissetta, con termine di legge per la riassunzione.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Seconda Civile, il 19 febbraio 2010.

Depositato in Cancelleria il 24 maggio 2010

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA