Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 12475 del 18/05/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. III, 18/05/2017, (ud. 20/12/2016, dep.18/05/2017),  n. 12475

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMBROSIO Annamaria – Presidente –

Dott. ARMANO Uliana – rel. Consigliere –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

Dott. D’ARRIGO Cosimo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 12584-2015 proposto da:

IMMOBILIARE GIBEN SRL in persona dell’Amministratore Unico e legale

rappresentante, Sig. B.C., elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA GIUSEPPE GIOACCHINO BELLI 27, presso lo studio

dell’avvocato ROBERTA ANDREOTTI, che la rappresenta e difende

unitamente all’avvocato PAOLO MANTOVANI giusta procura a margine del

ricorso;

– ricorrente –

contro

VERSAL SPA, in persona del legale rappresentante pro tempore, sig.

M.I., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA LUCULLO 3,

presso lo studio dell’avvocato FEDERICA ORONZO, che la rappresenta e

difende unitamente agli avvocati GIOVANNI ZOPPI, CHRISTIAN BAU’

giusta procura a margine del controricorso;

MECLUBE SRL, in persona del legale rappresentante p.t. sig.ra

P.R., elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE ANGELICO 38,

presso lo studio dell’avvocato VINCENZO SINOPOLI, che la rappresenta

e difende unitamente all’avvocato MATTEO BINELLI giusta procura in

calce al controricorso;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 365/2015 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 24/03/2015;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

20/12/2016 dal Consigliere Dott. ARMANO ULIANA;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SOLDI ANNA MARIA che ha concluso per l’estinzione del giudizio.

Fatto

RITENUTO IN FATTO

La ricorrente Immobiliare Giben s.r.l. ha rinunciato al ricorso n. 12584/2015 R.G. avverso la sentenza della Corte di appello di Brescia n. 365/2015, depositata in data 24-3-2014,con atto sottoscritto personalmente e dal difensore;

che i resistenti MECLUBE s.r.l. e VERSAL s.p.a hanno accettato la rinunzia con atto sottoscritto personalmente e dal difensore;

che pertanto il giudizio deve essere dichiarato estinto.

PQM

La Corte dichiara estinto il giudizio. Nulla per le spese.

Così deciso in Roma, il 20 dicembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 18 maggio 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA