Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 11779 del 14/05/2010

Cassazione civile sez. trib., 14/05/2010, (ud. 22/02/2010, dep. 14/05/2010), n.11779

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PLENTEDA Donato – Presidente –

Dott. MAGNO Giuseppe Vito Antonio – Consigliere –

Dott. BERNARDI Sergio – rel. ed est. Consigliere –

Dott. CARLEO Giovanni – Consigliere –

Dott. D’ALESSANDRO Paolo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

Frigoriferi Tavazzano Magazzini Generali s.p.a., in persona del

legale rappresentante M.C.J.L., domiciliata

in Roma, via Oslavia n. 39/F, presso l’avv. Bianco Giuseppe, che la

rappresenta e difende giusta procura in calce al ricorso;

– ricorrenti –

contro

Comune di Tavazzano con Villavesco, in persona del sindaco in carica,

domiciliato in Roma, viale Parioli n. 43, presso l’avv. D’Ayala Valva

Francesco, che lo rappresenta e difende giusta procura in calce al

controricorso;

avverso la sentenza n. 67/38/04 della Commissione tributaria

regionale di Milano, depositata in data 3 gennaio 2005;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 22

febbraio 2010 dal consigliere relatore dott. Sergio Bernardi;

viste le conclusioni del P.M., in persona del Sostituto Procuratore

Generale dott. FUZIO Riccardo che concluso per la declaratoria di

estinzione del ricorso.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La società per azioni Frigoriferi di Tavazzano Magazzini Generali impugnò l’avviso di accertamento ICI notificatole per un terreno con sovrastanti fabbricati industriali per gli anni 1997, 1998 e 1999. La Commissione Tributaria Provinciale di Lodi respinse il ricorso. La società ha proposto ricorso per la cassazione della CTR della Lombardia che ha rigettato l’appello con tre motivi.

Il Comune si è difeso con controricorso.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

La ricorrente ha depositato dichiarazione di rinuncia agli atti del ricorso per cassazione, sottoscritta per accettazione dal procuratore del Comune. L’accordo concerne anche la compensazione delle spese processuali.

Va quindi dichiarata l’estinzione del giudizio, senza pronuncia in punto spese.

P.Q.M.

Dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, il 22 febbraio 2010.

Depositato in Cancelleria il 14 maggio 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA