Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 11682 del 13/05/2010

Cassazione civile sez. I, 13/05/2010, (ud. 30/09/2009, dep. 13/05/2010), n.11682

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SALME’ Giuseppe – rel. Presidente –

Dott. ZANICHELLI Vittorio – Consigliere –

Dott. SCHIRO’ Stefano – Consigliere –

Dott. FITTIPALDI Onofrio – Consigliere –

Dott. DIDONE Antonio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul regolamento di competenza d’ufficio proposto dal Tribunale di

Vallo della Lucania, con ordinanza R.G. 87/05, depositata l’1.12.06,

nel procedimento pendente fra:

FALLIMENTO DELLA SOCIETA’ DIELLE DI CRISPINO CAROLINA SNC;

REGOLAMENTO DI COMPETENZA D’UFFICIO;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

30/09/2009 dal Presidente e Relatore Dott. GIUSEPPE SALME’.

E’ presente il P.G. in persona del Dott. EDUARDO VITTORIO

SCARDACCIONE.

 

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che il tribunale di Vallo della Lucania ha sollevato regolamento di competenza d’ufficio in ordine alla dichiarazione di fallimento della DIELLE di Crispino Carolina s.n.c., con sede in (OMISSIS), sostenendo che il trasferimento della sede ad (OMISSIS), comune sito in circondario di (OMISSIS), era fittizio e che pertanto erroneamente il tribunale di Napoli si è dichiarato incompetente a conoscere della richiesta di dichiarazione di fallimento con ordinanza del (OMISSIS);

che il p.g. ha concluso per la dichiarazione di competenza del tribunale di Napoli.

Diritto

RITENUTO IN DIRITTO

che dagli accertamenti della Guardia di finanza e dall’audizione di P.A., presso il cui domicilio in (OMISSIS) la società appariva avere trasferito la sede è emerso che in realtà non si è verificato alcun trasferimento nè della sede legale nè di quella operativa che è sempre effettivamente rimasta a (OMISSIS);

che, pertanto, competente per la dichiarazione di fallimento è il tribunale di Napoli.

PQM

La corte dichiara la competenza del tribunale di Napoli e cassa l’ordinanza dello stesso tribunale in data 30 novembre 2005.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della struttura centralizzata per l’esame preliminare dei ricorsi, Sezione Prima Civile, il 30 settembre 2009.

Depositato in Cancelleria il 13 maggio 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA