Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 11604 del 06/06/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. VI, 06/06/2016, (ud. 11/05/2016, dep. 06/06/2016), n.11604

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. IACOBELLIS Marcello – rel. Presidente –

Dott. CARACCIOLO Giuseppe – Consigliere –

Dott. CIGNA Mario – Consigliere –

Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere –

Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:

A.M.;

– ricorrente –

contro

Agenzia delle Entrate, in persona del legale rapp.te pro tempore,

domiciliata in Roma, Via dei Portoghesi n. 12, presso l’Avvocatura

Generale dello Stato che lo rappresenta e difende per legge;

– controricorrente –

Relativo al giudizio di cassazione conclusosi con sentenza di questa

Corte n. 18919/15;

Udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

giorno 3/2/2016 dal Dott. Marcello Iacobellis.

Fatto

FATTO E DIRITTO

L’avv. A.M. ha proposto ricorso ex art. 391 bis, per la correzione di errore materiale della sentenza in epigrafe laddove non è stata disposta la distrazione delle spese di giudizio benchè richiesta.

L’istanza è fondata; va conseguentemente corretta la sentenza in epigrafe nel senso che:

laddove nel dispositivo leggesi: “condanna la ricorrente alle spese che liquida in Euro 3.000,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15% e agli accessori di legge”, debba leggersi ed intendersi: “condanna la ricorrente alle spese che liquida in Euro 3.000,00 per compensi oltre alle spese forfettarie nella misura del 15% e agli accessori di legge con distrazione in favore dell’avv. A.M..

PQM

la Corte accoglie il ricorso e, per l’effetto dispone che la sentenza in epigrafe vada corretta nel senso che: laddove nel dispositivo leggesi: “condanna la ricorrente alle spese che liquida in Euro 3.000,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15% e agli accessori di legge”, debba leggersi ed intendersi:

“condanna la ricorrente alle spese che liquida in Euro 3.000,00 per compensi oltre alle spese forfettarie nelIa misura del 15% e agli accessori di legge con distrazione in favore dell’avv. A. M..

Così deciso in Roma, il 11 maggio 2016.

Depositato in Cancelleria il 6 giugno 2016

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA