Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 11488 del 30/04/2021

Cassazione civile sez. I, 30/04/2021, (ud. 20/01/2021, dep. 30/04/2021), n.11488

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CAMPANILE Pietro – Presidente –

Dott. PARISE Clotilde – rel. Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

Dott. CARADONNA Lunella – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 25867/2015 proposto da:

D.V.A., E.R., elettivamente domiciliati in

Roma, Via Cicerone n. 44, presso lo studio della Dott.ssa Cristofaro

Agnese, rappresentati e difesi dagli avvocati D’Acunto Francesco

Maria, D’acunto Giuseppe, giusta procura in calce al ricorso;

– ricorrenti –

contro

Copin S.p.a., in persona del legale rappresentante pro tempore,

elettivamente domiciliata in Roma, Corso Vittorio Emanuele II n. 18,

presso lo studio dell’avvocato Napolitano Bianca Luisa, che la

rappresenta e difende unitamente agli avvocati Ferola Raffaele,

Ferola Renato, giusta procura a margine del controricorso;

– controricorrente –

contro

Presidente della Giunta Regionale Campania – Commissario Liquidatore

Gestione F.B.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 3864/2015 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 02/10/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

20/01/2021 dal cons. Dott. PARISE CLOTILDE.

 

Fatto

CONSIDERATO

CHE:

1. Con sentenza n. 3864/2015 depositata il 2-10-2015, la Giunta Speciale per le Espropriazioni costituita presso la Corte d’appello di Napoli ha determinato in Euro18.504,96 l’indennità di occupazione temporanea spettante ad D.V.A. e E.R., determinata in relazione al periodo dal 26-3-2003 al 30-6-2012, in relazione ad area individuata con verbale di consistenza del 17/11/2006, e ha condannato il Consorzio Copin a depositare detta somma presso la Cassa Depositi e Prestiti.

2. Avverso questa sentenza, D.V.A. e E.R. propongono ricorso affidato a due motivi, resistito con controricorso dalla Copin s.p.a.. E’ rimasto intimato il Presidente della Giunta Regionale Campania – Commissario Liquidatore Gestione F.B..

3. Il ricorso è stato fissato per l’adunanza in camera di consiglio ai sensi dell’art. 375 c.p.c., u.c. e art. 380 bis 1 c.p.c.. Le parti hanno depositato memorie illustrative.

Diritto

RILEVATO

CHE:

4. Con il primo motivo di ricorso i ricorrenti lamentano l’omessa applicazione della L. n. 865 del 1971, art. 20, comma 3 per non essersi la sentenza impugnata attenuta ai criteri di cui alla sentenza n. 10502/2012 delle Sezioni Unite nel determinare l’indennità di occupazione temporanea.

5. Con il secondo motivo i ricorrenti si dolgono della determinazione dei compensi professionali, che assumono liquidati in importo inferiore rispetto a quello previsto dalle tabelle di cui al D.M. n. 55 del 2014.

6. Poichè l’impugnazione ha ad oggetto la sentenza n. 3864/2015 della Giunta Speciale Espropriazione e, ai sensi del D.Lgt. n. 219 del 1919, la competenza funzionale è attribuita alle Sezioni Unite di questa Corte, si rende necessario investire il Primo Presidente perchè valuti l’opportunità di rimettere la causa alle Sezioni Unite.

P.Q.M.

Rimette la causa al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite.

Così deciso in Roma, il 20 gennaio 2021.

Depositato in Cancelleria il 30 aprile 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA