Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 107 del 04/01/2011

Cassazione civile sez. II, 04/01/2011, (ud. 14/12/2010, dep. 04/01/2011), n.107

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SEZIONE CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCHETTINO Olindo – rel. Presidente –

Dott. MAZZIOTTI DI CELSO Lucio – Consigliere –

Dott. GOLDONI Umberto – Consigliere –

Dott. BUCCIANTE Ettore – Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

M.O.F.B. (OMISSIS), M.A.

C. (OMISSIS), elettivamente domiciliati in ROMA,

PIAZZA ANTONIO MANCINI 4, presso lo studio dell’avvocato FASANO

GIOVANNANTONIO, rappresentati e difesi dall’avvocato AIEVOLA ANTONIO;

– ricorrenti –

contro

A.R., C.F., CI.FR., A.

L., C.V., C.R.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 2030/2004 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 17/06/2004;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

14/12/2010 dal Consigliere Dott. OLINDO SCHETTINO;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SGROI Carmelo che ha concluso per l’estinzione del procedimento per

intervenuta rinuncia.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Letto l’atto in data 10-12-2010, sottoscritto anche dal difensore Avv.to Antonio Aievola, con il quale M.O.F.B. e M.C. dichiarano di rinunciare al ricorso per cassazione proposto avverso la sentenza della Corte di appello di Napoli del 21/5 – 17/6/2004 n. 2030, pronunciata nel giudizio di appello tra C.F., Fi., V. e R., ed i predetti odierni ricorrenti, e A.R. e L.;

rilevato che nessuno degli intimati si e’ costituito e che, pertanto, non va emessa alcuna pronuncia sulle spese;

Visti gli artt. 390 e 391 c.p.c..

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del giudizio per intervenuta rinuncia al ricorso.

Cosi’ deciso in Roma, il 14 dicembre 2010.

Depositato in Cancelleria il 4 gennaio 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA