Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 10566 del 04/06/2020

Cassazione civile sez. trib., 04/06/2020, (ud. 21/01/2020, dep. 04/06/2020), n.10566

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DE MASI Oronzo – Presidente –

Dott. STALLA Giacomo Maria – Consigliere –

Dott. FASANO Anna Maria – Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – Consigliere –

Dott. NAPOLITANO Angelo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 6379/2016 R.G. proposto da:

M.P., rappresentato e difeso, in virtù di procura speciale

a margine del ricorso, dall’Avv. Sergio Coccia (pec:

sergio.coccia.avvocatiperugiapec.it), elettivamente domiciliato in

Roma in via Vittorio Veneto n. 108;

– ricorrente –

contro

Agenzia delle Entrate, in persona del Direttore p.t., rappresentata e

difesa dall’Avvocatura Generale dello Stato (pec:

agsm2.mailcert.avvocaturastato.it), presso i cui uffici in via dei

Portoghesi n. 12 è domiciliata;

– intimata –

avverso la sentenza n. 4498/VI/15 della CTR del Lazio – Roma,

depositata in data 6/8/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

21 gennaio 2020 dal Dott. Napolitano Angelo;

Fatto

CONSIDERATO

CHE:

con atto pervenuto in cancelleria e notificato alla controparte il

ricorrente ha ritualmente rinunciato al ricorso;

il processo può essere dichiarato estinto;

non avendo svolto attività difensiva l’Agenzia mediante la notifica e il deposito di un controricorso, avendo essa solo depositato un atto di costituzione in vista della partecipazione alla discussione orale, non vi è luogo alla pronuncia sulle spese del giudizio;

letti gli artt. 390 e 391 c.p.c..

P.Q.M.

La Corte dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione.

Così deciso in Roma, il 21 gennaio 2020.

Depositato in cancelleria il 4 giugno 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA