Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 10307 del 29/05/2020

Cassazione civile sez. I, 29/05/2020, (ud. 21/02/2020, dep. 29/05/2020), n.10307

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DIDONE Antonio – Presidente –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

Dott. CAMPESE Eduardo – Consigliere –

Dott. FIDANZIA Andrea – Consigliere –

Dott. SOLAINI Luca – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 8655/2019 proposto da:

A.N., elettivamente domiciliato in Gallarate (VA), via G.B.

Trombini n. 3, presso lo studio dell’avv. D. Vigliotti, che lo

rappresenta e difende, in virtù di procura speciale allegata al

ricorso;

– ricorrente –

contro

Ministero Dell’interno, (OMISSIS);

– intimato –

avverso il decreto del TRIBUNALE di MILANO, depositato il 23/02/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

21/02/2020 dal Cons. Dott. SOLAINI LUCA.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Il Collegio, letti i quattro motivi di ricorso proposti da A.N. nei cui confronti l’amministrazione statale non ha spiegato difese scritte;

Ritenuto che non sussistono i presupposti per la trattazione in Camera di consiglio, essendo opportuna la rimessione in pubblica udienza per la decisione della questione di diritto circa la necessità o meno che il giudice disponga l’audizione del richiedente che ne faccia espressa richiesta (e non solo che provveda a fissare l’udienza di comparizione delle parti), in caso di assenza di videoregistrazione del colloquio davanti alla Commissione territoriale.

P.Q.M.

La Corte rinvia a nuovo ruolo, per la trattazione in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 21 febbraio 2020.

Depositato in Cancelleria il 29 maggio 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA