Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1026 del 17/01/2020

Cassazione civile sez. VI, 17/01/2020, (ud. 27/11/2019, dep. 17/01/2020), n.1026

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GRECO Antonio – Presidente –

Dott. ESPOSITO Antonio Francesco – Consigliere –

Dott. CROLLA Cosmo – Consigliere –

Dott. LUCIOTTI Lucio – Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 21752-2018 proposto da:

P.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA LAZIO 9,

presso lo studio dell’Avvocato FRANCESCA CUCCHIARELLI, che lo

rappresenta e difende unitamente all’Avvocato PAOLO BALLA;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE (OMISSIS), in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende ope legis;

– controricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE;

– intimata –

avverso la sentenza n. 321/3/2018 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE del LAZIO, depositata il 23/01/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 27/11/2019 dal Consigliere Relatore Dott.ssa

DELL’ORFANO ANTONELLA.

Fatto

RILEVATO

CHE:

P.A. propone ricorso, affidato a tre motivi, per la cassazione della sentenza indicata in epigrafe, con cui la Commissione Tributaria Regionale del Lazio aveva respinto l’appello del medesimo avverso la sentenza n. 12772/2016 della Commissione Tributaria Provinciale di Roma in rigetto del ricorso proposto avverso cartella di pagamento per l’anno 2006 relativamente a mancato versamento IRPEF e Add. Reg. e Com.;

l’Agenzia delle Entrate resiste con controricorso.

Diritto

CONSIDERATO

CHE:

ai fini della decisione è necessario disporre del fascicolo d’ufficio dei gradi di merito.

P.Q.M.

rinvia la causa a nuovo ruolo e dispone acquisirsi il fascicolo d’ufficio dei gradi di merito.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della Corte di Cassazione, Sesta Sezione, il 26 novembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 17 gennaio 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA