Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1020 del 20/01/2014


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 1020 Anno 2014
Presidente: LA TERZA MAURA
Relatore: FERNANDES GIULIO

ORDINANZA
sul ricorso 9582-2012 proposto da:
FANFULLINI TUFI ANGELA, (FNFNGL52T48G659V)
elettivamente domiciliata in ROMA, PIAZZA DON MINZONI 9,
presso lo studio dell’avvocato ROBERTO AFELTRA, rappresentata e
difesa dall’avvocato D’AMBROSIO ALESSANDRO giusta procura in
calce al ricorso;

– ricorrente contro
MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, (80255230585),
in persona del Ministro in carica, elettivamente domiciliato in ROMA,
VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA
GENERALE DELLO STATO, che lo rappresenta e difende ope
legis;

– resistente –

Data pubblicazione: 20/01/2014

SCUOLA MEDIA STATALE “D. ALIGHIERI” di Alaltri (FR), in
persona del legale rappresentante pro-tempore ex lege domiciliato
presso l’Avvocatura Generale dello Stato , via dei Portoghesi n. 12 ,
ROMA

– intimata –

ROMA, depositata il 07/04/2011;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del
24/10/2013 dal Consigliere Relatore Dott. GIULIO FERNANDES;
è presente il P.G. in persona del Dott. GIULIO ROMANO.

Ric. 2012 n. 09582 sez. ML – ud. 24-10-2013
-2-

avverso la sentenza n. 2106/2011 della CORTE D’APPELLO di

FATTO E DIRITTO
La causa è stata chiamata all’adunanza in camera di consiglio del 24
ottobre 2013, ai sensi dell’art. 375 c.p.c. sulla base della seguente relazione
redatta a norma dell’art. 380 bis c.p.c.:
” Con ricorso al Tribunale di Frosinone, l’odierna ricorrente, premesso di
essere dipendente del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con il

dei servizi generali ed amministrativi (DSGA), essendo stata inquadrata
economicamente nel suddetto profilo con decorrenza giuridica ed
economica dal 1° settembre 2000, chiedeva il riconoscimento, ai fini giuridici
ed economici, di tutta l’anzianità maturata anteriormente alla data suindicata
per i servizi di ruolo e non di ruolo prestati, in luogo dell’anzianità
convenzionale riconosciuta ai sensi dell’art. 8 del CCNL 15 marzo 2001,
secondo il sistema della “temporizzazione” ( in base al quale viene attribuita
al dipendente una integrazione dello stipendio nella nuova qualifica per non
far venir meno le maggiorazioni di anzianità maturate nella qualifica
precedente) facendo applicazione dell’art. 66, comma 6, del C.C.N.L.
Comparto Scuola sottoscritto il 4/8/1995. Il Tribunale adito rigettava la
domanda.
Tale decisione veniva confermata dalla Corte di Appello di Roma, con
sentenza del 17 febbraio 2011.
Per la cassazione di tale sentenza propone ricorso Fanfullini Tufi Angela
affidato a quattro motivi.
Le Amministrazioni convenute sono rimaste intimate.
E’ stato depositato atto di rinuncia al ricorso del 26.2.2012
sottoscritto dal difensore a ciò abilitato dalla procura alla lite.
Per tutto quanto sopra considerato, si propone la declaratoria di
estinzione del giudizio.”
Il Collegio rileva che non può procedersi alla declaratoria di estinzione del
giudizio, in quanto a norma dell’art. 390 c.p.c., u.c., l’atto di rinuncia al
ricorso per cassazione deve essere notificato alle parti costituite o
comunicato agli avvocati delle stesse, che vi appongono il visto, attività
queste ultime non poste in essere nel caso in esame. Ne consegue che, in

profilo professionale dell’area D2 del personale ATA, in qualità di Direttore

difetto di tali requisiti, l’atto di rinuncia non è idoneo a determinare
l’estinzione del processo, ma, polche e indicativo del venir meno
dell’interesse al ricorso, ne determina comunque l’inammissibilità (Cass.
S.U. 18 febbraio 2010, n. 3876).
Non si provvede in ordine alle spese del presente giudizio non avendo le
parti intimate svolto alcuna apprezzabile attività difensiva.

La Corte dichiara inammissibile il ricorso, nulla per le spese.
Così deciso in Roma, il 24 ottobre 2013
Il Presidente

P.Q.M.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA