Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 10137 del 16/04/2021

Cassazione civile sez. VI, 16/04/2021, (ud. 09/12/2020, dep. 16/04/2021), n.10137

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. COSENTINO Antonello – Presidente –

Dott. ABETE Luigi – Consigliere –

Dott. TEDESCO Giuseppe – Consigliere –

Dott. CASADONTE Annamaria – Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 32248-2019 proposto da:

SOCIETA’ PROGETTI IMMOBILIARI S.R.L., rappresentata e difesa

dall’Avvocato FABIO ORLANDO presso il cui studio a Roma, corso

Vittorio Emanuele II 326, elettivamente domicilia, per procura

speciale in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

FALLIMENTO (OMISSIS) S.R.L., rappresentato e difeso dall’Avvocato

ANTONELLO PORTANOVA ed elettivamente domiciliato a Roma, via Tommaso

Inghirami 76, presso lo studio dell’Avvocato GINA CARUGNO;

– controricorrente –

avverso la SENTENZA n. 24413/2018 del TRIBUNALE DI ROMA, depositata

il 19/12/2018, a seguito di ordinanza d’inammissibilità della corte

d’appello di Roma ai sensi dell’art. 348 bis c.p.c.;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 9/12/2020 dal Consigliere GIUSEPPE DONGIACOMO;

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

ritenuta la necessità di attendere la decisione delle Sezioni Unite sulla questione, già rimessa al Primo Presidente di questa Corte con ordinanza n. 21961 del 2020, relativa all’individuazione del momento da cui debba aver corso, per la parte che non sia fallita, il termine per la riassunzione del giudizio nel caso di interruzione ai sensi della L. Fall., art. 43, comma 3.

PQM

La Corte così provvede: rinvia a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio della Sesta Sezione Civile – 2, il 9 dicembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 16 aprile 2021

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA